#IORESTOACASA

Angela DeVenuto #iorestoacasa, Bambini, Favola, Genitori, Gioco, Musica Aprile 9, 2020 Leave a reply

VICINI DA LONTANO

Cari bambini, oggi vi propongo una favola. Questa favola parla di amicizia e di un sentimento di unione che sfida le distanze. Ma a questo proposito, conosco una canzone che parla del vento, un vento sottile che sconfina e ci sa portare gioia. La conoscete? Allora facciamo così: mamma vi legge la storia e insieme ascoltate la canzone!

ISOLE BALENA

C’era una volta, e c’è ancora, un’isola speciale che si trova nell’oceano Atlantico.

Osservando su una mappa si vedono minuscoli puntini che indicano le Azzorre: più che isole sembrano una formazione di cetacei sperduti: uno che salta su flutti e correnti, uno che sfiata in mezzo ai venti, uno a pelo d’acqua, un altro sommerso ma con ancora la pinna fuori a salutare… E di tutti i puntini, l’isola di Pico è quella che per forma evoca di più una balena in emersione. Ecco, su questa balena vive Madalena… 

Quando il primo giorno di scuola incontra Lucie diventano subito amiche inseparabili.

Una mattina d’autunno partono per scalare il grande vulcano dell’isola. Quando giungono in cima Madi invita Lucie a sedersi: senti come si sta bene!

Infatti, tra le rocce sommitali del Pico si sprigiona un vapore caldo, che culla. È il respiro della balena! Le dice Madalena. Quale balena? Chiede Lucie. Sì, della balena! Guardati attorno, stiamo viaggiando sul suo dorso. Tutta l’isola è un’enorme balena, non vedi che forma che ha? E lo senti il canto? 

A Lucie scendono lacrime di emozione. Le due si abbracciano e rimangono lassù per un bel po’, nel vento che canta come una balena, a contemplare l’oceano e le isole attorno. Quello diviene il loro posto per la vita.

La scuola finisce. Lu sa che dovrà cambiare isola e scuola. Le due amiche si chiedono disperate: Come ci sentiremo? Ci rivedremo mai?

Il tempo corre e la partenza giunge. Tornano un’ultima volta sul Pico con la tristezza nel cuore. Ma lì, stringendo le mani dell’amica, Lucie dice: anche se saremo lontane troveremo il modo di metterci in contatto, come fanno le balene, con un linguaggio tutto nostro. E ci sentiremo vicine come ora.

Ora bambini, ASCOLTATE il canto!

Imparatelo con la mamma e provate a CANTARLO INSIEME, con chi volete voi.

IL GIOCO:

ora che avete imparato il canto, provate a cantarlo stando vicini e poi allontanatevi sempre piu’ fino a sentirvi cantare da una stanza all’altra. Ogni tanto chiedete al vostro compagno di giochi “mi hai sentito??” Se si, potete allontanarvi ancora o provare a cantare sottovoce o più forte. Scommetto che siete riusciti a sentirvi vicini anche da lontano…

IL CANTO:

La caratteristica di questo canto è che viene eseguito a canone e che ha dinamiche e colori musicali semplici ma di grande effetto evocativo, ascoltatela insieme. Shalom!

  • Potete ascoltare una versione di “Vento sottile”, cantata dai bambini, al seguente link: https://youtu.be/Qa0sKDbHrn8
  • E un’incantevole versione per coro tradizionale al seguente link:

LA FAVOLA:

Isole Balena è tratto da Isole Balena di Bruno Tecci, favola pubblicata originariamente nella rubrica “Montagne da Favola” del numero di Giugno di #Montagne360, la rivista del CAI – Club Alpino Italiano.

Vi invito a cercare i luoghi del racconto su una mappa, resterete a bocca aperta!


Lascia un commento

Your email address will not be published.